Come si curano

Diverse sono le forme di Immunodeficienza Primitiva (circa 80 forme sono riconosciute dall'Organizzazione Mondiale della Sanità) e diverse sono le terapie che vengono utilizzate secondo il tipo di malattia: nelle forme con mancanza di immunoglobuline, comunemente chiamate anticorpi, la terapia si basa sull'apporto periodico di immunoglobuline (emoderivati) per via endovenosa o sottocutanea, mentre per altre forme particolarmente gravi, l'unica possibilità di salvezza è rappresentata dal Trapianto di Midollo Osseo.

I progressi della ricerca scientifica tuttavia hanno recentemente consentito di effettuare, in una specifica forma di immunodeficienza primitiva grave, la correzione del difetto genico responsabile della malattia. E' possibile che tale approccio terapeutico, denominato "Terapia Genica", sia in futuro applicabile anche ad altre forme di immunodeficienza primitiva.

Guida Pratica - "Le Immunodeficienze nell'ambulatorio del Pediatra"

Guida Pratica - "Le Immunodeficienze nell'ambulatorio del Pediatra"

Per approfondimenti sulla diagnosi e cura delle IDP in età pediatrica vi segnaliamo la Guida Pratica - "Le Immunodeficienze nell'ambulatorio del Pediatra" ideata e curata dal Dr. Michele Fiore con la Supervisione tecnico-scientifica della Dott.ssa Marzia Duse.

La guida è stata pubblicata e diffusa da:

con l'intento di promuovere e divulgare la conoscenza e la diagnosi delle Immunodeficienze Primitive tra i medici pediatri.