Come si curano

Cure per l’adulto

La complessità delle diverse forme di immunodeficienza e la diversità delle manifestazioni cliniche rende necessarie strategie terapeutiche differenti e personalizzate a seconda del tipo di Immunodeficienza primitiva. 

Alcuni difetti immunologico sono trattabili tramite terapia sostitutiva con immunoglobuline umane per via endovenosa (IVIG)  o sottocutanea (SCIG). 

Per alcune forme di SCID (Immunodeficienza combinata grave – Severe Combined Immunodeficiency, SCID) è possibile procedere con la terapia enzimatica sostitutiva. Nelle forme più gravi e complesse la terapia di elezione è rappresentata dal trapianto di cellule staminali. 

I continui progressi nella ricerca scientifica hanno permesso di definire l’alterazione genetica responsabile dello specifico quadro di IDP in una percentuale sempre maggiore dei casi, questo permette una corretta e tempestiva diagnosi e la scelta di una terapia di cura efficace. 

Nei casi di difetto di ADA-SCID o nella sindrome di Wiskott-Aldrich, è possibile l’approccio alla terapia genica, una terapia in grado di sostituire il gene non funzionante. 

Sono oggetto di studio terapie innovative con farmaci biologici e immunomodulatori in forme selezionate.

 

Fonte: https://www.aieop.org/web/famiglie/schede-malattia/immunodeficienze/  

Cure pediatriche

La Guida pratica

Per approfondimenti sulla diagnosi e cura delle IDP in età pediatrica vi segnaliamo la Guida Pratica – “Le Immunodeficienze nell’ambulatorio del Pediatra” ideata e curata dal Dr. Michele Fiore con la Supervisione tecnico-scientifica della Dott.ssa Marzia Duse.

La guida è stata pubblicata e diffusa da:

con l’intento di promuovere e divulgare la conoscenza e la diagnosi delle Immunodeficienze Primitive tra i medici pediatri.